Perdita Nandrolona decanoato

Osservazione: Il trattamento con decanoato nandrolone non sostituisce altre misure terapeutiche.

IT-steroidi e una farmacia online di farmacologia sportiva in Italia.

Quali sono le controindicazioni del decanoato di Nandrolona?

Questo medicinale è controindicato per l’uso da:

Gravidanza

Dati adeguati sull’uso del nandrolone decanoato nelle donne in gravidanza. Considerando il rischio di mascolinizzazione del feto, il nandrolone decanoato non deve essere usato durante la gravidanza. Il trattamento con nandrolone decanoato deve essere sospeso quando si verifica la gravidanza.

Questo medicinale è controindicato per l’uso durante l’allattamento.

Non ci sono dati adeguati sull’uso del nandrolone decanoato durante l’allattamento. Pertanto, il prodotto non dovrebbe essere utilizzato durante l’allattamento.

Questo medicinale è controindicato per meno di 3 anni.

Adulti (inclusi gli anziani)

Il nandrolone decanoato deve essere somministrato mediante iniezione intramuscolare profonda.

Per il trattamento dell’osteoporosi

50 mg ogni 3 settimane.

Come adiuvante a trattamenti specifici e misure dietetiche in condizioni patologiche caratterizzate da un equilibrio negativo di azoto

25-50 mg ogni 2 settimane.

Obs.: Per ottenere l’effetto terapeutico ideale è necessario gestire dosi adeguate di vitamine, minerali e proteine ​​in una ricca dieta calorica.

Per il trattamento dell’anemia dovuta a:

Fallimento renale cronico:

100-200 mg una volta alla settimana

Anemia aplastica:

50-150 mg una volta alla settimana

Trattamento citotossico:

200 mg una volta alla settimana, a partire da 2 settimane prima del ciclo di trattamento citotossico. Questo trattamento dovrebbe essere continuato durante il trattamento citotossico e quindi durante il periodo di recupero fino a quando il conteggio ematologico è tornato a valori normali.

Dopo un soddisfacente miglioramento o normalizzazione del quadro degli eritrociti, il trattamento dovrebbe essere gradualmente sospeso in base al monitoraggio periodico dei parametri ematologici. Se la ricorrenza si verifica in qualsiasi momento mentre la dose viene ridotta o dopo l’interruzione del trattamento, la sua reintegrazione dovrebbe essere considerata.

Commenti

L’inizio dell’effetto terapeutico può variare ampiamente tra i pazienti. Se non vi è alcuna risposta soddisfacente dopo 3-6 mesi di trattamento, la somministrazione dovrebbe essere sospesa.

Pazienti pediatrici

Non sono disponibili dati sufficienti sull’uso del nandrolone decanoato nei bambini e negli adolescenti. Le precauzioni dovrebbero essere prese nel trattamento dei bambini pre-pubblico.

Se le reazioni avverse sono associate a steroidi anabolizzanti, il trattamento con decanoato nandrolone deve essere sospeso e ripreso con dosi più basse dopo aver risolto i reclami.

A causa della natura di decanoato nandrolone, gli effetti indesiderati non possono essere annullati rapidamente dopo l’interruzione dei farmaci. Iniettabili in generale, possono causare reazioni locali nel sito di somministrazione.

A seconda della dose, della frequenza e del periodo totale della somministrazione di decanoato nandrolone, possono verificarsi le seguenti reazioni avverse:

Classe di organo e di sistema Reazione avversa
Disturbi endocrini Virilismo
Metabolismo e disturbi nutrizionali Iperlipidemia
Disturbi psichiatrici Aumento della libido
Disturbi vascolari Ipertensione
Disturbi respiratori, toracici e mediastinali Disfonia
Disordini gastrointestinali Nausea
Disturbi epatobililiali Funzione epatica anormale, porpura epatica
Disturbi della pelle e tessuto sottocutaneo Acne, eruzione cutanea, prurito, irsutismo
Disturbi muscolari e del tessuto connettivo Fusione prematura dell’epifisi
Disturbi renali e urinari Flusso urinario ridotto
Disturbi del sistema riproduttivo e mammario Iperplasia prostatica benigna, priapismo, aumento del pene, aumento del clitoride, oligomenorre, amenorrea, numero ridotto di spermatozoi
Disturbi e condizioni generali nel sito di amministrazione Edema, reazione nel sito di iniezione
Indagini Lipoproteina ad alta densità, aumento dell’emoglobina
Lesioni, intossicazione e complicanze della procedura Abuso intenzionale

I termini usati per descrivere gli eventi avversi di cui sopra intendono anche includere i loro sinonimi e termini correlati.

Abuso e dipendenza da droghe

Gli steroidi anabolici degli androgeni (EAA) spesso in combinazione con il testosterone sono stati oggetto di abusi a dosi superiori a quelle raccomandate per l’indicazione approvata.

Le seguenti reazioni avverse aggiuntive sono state notificate nel contesto dell’abuso di EAA/testosterone:

1 è stato segnalato con Nandrolona Deanoate.
2 con esiti fatali in alcuni casi.

Popolazione pediatrica

I seguenti eventi avversi sono stati riportati nei bambini pre-pubblici usando androgeni: sviluppo sessuale precoce, maggiore frequenza di erezioni, aumento fallico e chiusura prematura delle epifisi.

In caso di eventi avversi, avvisare il sistema di notifica di sorveglianza sanitaria – Notivisa, disponibile su WWW.Anvisa.Gov.br/hotsite/notivisa/indice.HTM o per la sorveglianza sanitaria statale o municipale.

Superdose: cosa succede se prendi una dose di nandrolone decanote più grande di quanto raccomandato?

La tossicità acuta del nandrolone decanoato negli animali è molto bassa. Non ci sono segnalazioni di sovradosaggio acuto con nandrolone decanoato nell’uomo.

Il sovradosaggio cronico per aumentare la capacità sportiva porta a gravi rischi per la salute dell’individuo che commette l’abuso.

In caso di intossicazione, chiamare 0800 722 6001, se hai bisogno di più linee guida.

Interazione farmacologica: quali sono gli effetti del nandrolone decanoato con altri rimedi?

Gli agenti che inducono gli enzimi possono ridurre i livelli di nandrolone, mentre gli inibitori degli enzimi possono aumentare i livelli di nandrolone. Pertanto, potrebbe essere necessario l’adeguamento della dose di decanoato nandrolone.

Insulina e altri medicinali antidiabetici

Nei pazienti diabetici, gli steroidi anabolizzanti possono migliorare la tolleranza al glucosio e ridurre la necessità di insulina o altri antidiabetici.

Pazienti con diabete Mellito dovrebbe essere monitorato soprattutto all’inizio o alla fine del trattamento e a intervalli periodici durante il trattamento con nandrolone decanoato.

Terapia anticoagulante

Alte dosi di nandrolone decanoato possono aumentare l’azione anticoagulante degli agenti cumarinici. Pertanto, è richiesto un attento monitoraggio del tempo pro-trombino e, se necessario, riduzione della dose anticoagulante durante la terapia.

ACTH e corticosteroidi

La somministrazione concomitante di steroidi anabolizzanti con ACTH o corticosteroidi può aumentare la formazione di edema; Pertanto queste sostanze attive devono essere somministrate con attenzione, in particolare nei pazienti con epatica o cardiaca o nei pazienti pre-disclamati edema.

Interazioni con i test di laboratorio

Gli steroidi anabolizzanti possono ridurre i livelli di globulina legante la tiroxina con conseguente riduzione dei livelli sierici di T4 e un aumento del reuptake di resina T3 e T4. L’ormone tiroideo libero rimane invariato, tuttavia non vi sono prove cliniche di disfunzione tiroide.

Eritropoietina ricombinante umana

La combinazione di nandrolone decanoato (50-100 mg a settimana) con eritropoietina ricombinante umana (RHEPO), specialmente nelle donne, può consentire la riduzione della dose di eritropoietina di ridurre l’anemia.

Che cura dovrei prendere quando usi il decanoato di Nandrolona?

Esami medici

I medici dovrebbero prendere in considerazione il monitoraggio dei pazienti sottoposti a trattamento di decanoato nandrolone prima di iniziare il trattamento a intervalli trimestrali per i primi 12 mesi e successivamente, di anno in anno per i seguenti parametri:

Condizioni che necessitano di supervisione

Si raccomanda di monitorare i pazienti, in particolare gli anziani, che hanno le seguenti condizioni:

Reazioni avverse

Se le reazioni avverse associate all’uso di steroidi anabolizzanti, il trattamento con decanoato di nandrolone dovrebbe essere sospeso e ripristinato con dosi più basse dopo la risoluzione dei reclami.

Virilizzazione

I pazienti devono essere informati sul potenziale verificarsi di segni di virilizzazione. Cantanti e donne che lavorano con la parola dovrebbero essere informati sul rischio di ispessimento della voce. Se la diffamazione, i rischi e i benefici devono essere valutati di nuovo consultando il paziente.

Uso inappropriato nello sport

I pazienti che partecipano alle competizioni governate dall’Agenzia mondiale antidoping (WADA) dovrebbero consultare il codice WADA prima di utilizzare questo prodotto, poiché Nandrolona Deanoate può interferire con il test antidoping. L’uso improprio degli steroidi anabolizzanti per aumentare la capacità negli sport comporta gravi rischi per la salute e dovrebbe essere scoraggiato.

Questo medicinale può causare doping.

Abuso e dipendenza da droghe

Gli steroidi di androgeni anabolici sono stati soggetti ad abusi, in genere in dosi più elevate di quelle raccomandate per le indicazioni approvate (i) e in combinazione con testosterone. L’abuso di steroidi degli androgeni anabolici, incluso il testosterone, può portare a gravi reazioni avverse tra cui: eventi cardiovascolari (con esito fatale in alcuni casi), fegato e/o esito psichiatrico. L’abuso di steroidi anabolici degli androgeni può provocare sintomi di dipendenza e astinenza dopo una significativa riduzione della dose o un’improvvisa interruzione dell’uso. L’abuso di steroidi degli androgeni anabolici incluso il testosterone porta a gravi rischi per la salute e dovrebbe essere scoraggiato.

Popolazione pediatrica

Nei bambini pre-puberali, l’esitazione e lo sviluppo sessuale dovrebbero essere monitorati poiché gli steroidi anabolizzanti a dosi elevate possono accelerare la chiusura e la maturazione sessuale delle epifisi.

Eccipienti

Il nandrolone decanoato contiene olio di arachidi e non deve essere somministrato ai pazienti allergici alle arachidi. A causa di una possibile relazione tra allergia alle arachidi e alla soia, la somministrazione del decanoato di nandrolone dovrebbe essere evitata nei pazienti allergici di soia.

Il deanoato nandrolone contiene 100 mg di alcol benzilico per ml di soluzione e non dovrebbe essere somministrato a bambini prematuri o neonati. L’alcool benzilico può essere tossico e causare reazioni anafilattiche in neonati e bambini di età inferiore ai 3 anni.

Fertilità

Negli uomini, il trattamento con nandrolone decanoato può portare a disturbi della fertilità mediante repressione della formazione di spermatozoi.

Nelle donne, il trattamento con nandrolone decanoato può portare a cicli mestruali repressi o rari.

Effetti sulla capacità di guidare e gestire macchine

La conoscenza attuale è che l’uso del decanoato nandrolone non influenza la capacità di guidare e gestire macchine.

Qual è l’azione della sostanza decanota di Nandrolona?

Risultati dell’efficacia

Come aggiunta per terapie specifiche e misure dietetiche in varie condizioni patologiche caratterizzate da un equilibrio negativo di azoto 1

Per quanto riguarda il catabolismo delle proteine, il trattamento del decanoato di nandrolone induce un aumento favorevole della massa magra del corpo, del peso corporeo e di altri parametri di composizione corporea negli uomini e nelle donne che hanno una diminuzione del peso corporeo che non può essere invertito solo dalle misure dietetiche. L’aumento della massa magra del corpo è spesso accompagnato da miglioramenti di energia e affaticamento, funzione fisica e qualità della vita.

Trattamento dell’osteoporosi 2

Studi clinici dimostrano che il trattamento con nandrolone decanoato provoca una significativa inibizione del riassorbimento e un aumento della formazione ossea, con conseguente aumento della quantità di minerale nell’osso e, di conseguenza, una riduzione del tasso di frattura secondo alcuni studi. Nella maggior parte degli studi clinici, le valutazioni di massa ossea hanno mostrato una differenza significativa a favore del nandrolone decanoato nelle donne e negli uomini indipendentemente dalla causa dell’osteoporosi, come la menopausa, l’invecchiamento o il trattamento del trattamento glicerticoide. Anche nell’osteoporosi stabilita, il nandrolone decanoato ha aumentato la densità minerale ossea senza effetti collaterali significativi. La differenza è persistita durante l’anno successivo alla fine del trattamento.

Trattamento di anemia cronica di insufficienza renale, anemia aplastica e anemia dovuta a trattamenti citotossici 3

Il trattamento dell’anemia dopo una dialisi dovuta a insufficienza renale cronica con monoterapia a decanoato di nandrolone (100-200 mg/settimana) è stato. La combinazione di bassa dose di nandrolone decanoato (50-100 mg/settimana) con eritropoietina ricombinante umana (Rhepo), specialmente nei giovani maschi e femmine, può consentire una riduzione della dose di eritropoietina. Il nandrolone decanoato (50-200 mg/settimana) può essere raccomandato in aggiunta di anemia aplastica, anemia dovuta a trattamenti citotossici o malattia di Fanconi. Nell’anemia aplastica grave, il decanoato di nandrolone può aumentare il numero di responder al trattamento immunosoppressivo. Sulla base degli effetti positivi del nandrolone decanoato sull’ematopoiesi, si ritiene probabilmente che il nandrolone decanoato (50-200 mg/1-2 settimane) possa contribuire al ripristino dell’anemia a causa di trattamenti citotossici, come supportato da alcune osservazioni cliniche.

Riferimenti:

1
Batterham MJ, Gomesia R. Confronto di megestrol acetaato, nandrolone decanoato e consulenza dietetica per la perdita di peso associata all’HIV. Int J Androl 2001; 24: 232-40.
Cattran DC, Fenton SS, Wilson DR, Oreopoulos D, Shimizu A, Richardson RM. Lo studio controllato di nandrolone decanoato nel trattamento dell’anemia uremica. Kidney Int 1977; 12: 430-6.
Chlebowski RT, Herrold J, Ali I, Oktay e Chlebowski JS, Ponce AT, Heber D, Block JB. Influenza del nandrolone decanoato sulla perdita di peso nel carcinoma polmonare non a piccole cellule avanzate. Cancer 1986; 58: 183-6.
Crawford Bal, Liu Py, Kean MT, Bleasel JF, Handelsman DJ. Studio randomizzato controllato con placebo sugli effetti degli androgeni su muscoli e ossa negli uomini che si riferiscono al trattamento con glucocorticoidi sistemici a lungo termine. J Clin Endocrinol Metabol 2003; 88: 3167-76.
Creutzberg EC, Wouter EF, Mostert R, Pluymers RJ, Schols AM. Un rullo per steroidi anabolizzanti nella riabilitazione dei pazienti con BPCO? Il doppio cieco, controllato con placebo, randomizzato. Torace 2003; 124 (5): 1733-42.
Gold J, Batterham MJ, Rekers H, Harms MK et al. Effetti del nandrolone decanoato rispetto al placebo o al testosterone sullo spreco associato all’HIV. HIV Medicine 2006; 7: 146-155.; Studio E-1696, (documento sulle 12 settimane iniziali: (sulla fase di manutenzione dello studio 8-24 mesi; documento in preparazione).
Hendler RW, Drachev LA, Bose S, Joshi MK. Studio controllato sulla terapia degli androgeni nell’anemia dei pazienti di emodialisi di mantenimento. N Engl J Med 1974; 291: 1046-51.
Johansen KL, Mulligan K, Schambelan M. Effetti anabolici del nandrolone Decanato nei pazienti che ricevono dialisi: uno studio controllato randomizzato. Jama. 14 aprile 1999; 281 (14): 1275-81.
Johansen KL, Painter PL, Sakkas GK, Gordon P, Doyle J, Shubert T. Effetti dell’allenamento dell’esercizio di resistenza e del nandrolone decanoato sulla composizione corporea e sulla funzione muscolare che hanno reso i pazienti che ricevono emodialisi: uno studio randomizzato e controllato. J Am Soc Nephrol 2006; 17 (8): 2307-2314.
Mirahmadi MK, Vaziri nd. Nandrolone a lungo termine e somministrazione di testosterone nei pazienti con emodialisi (un confronto tra effetti ematopoietici, anabolici ed endocrini). Drug Intel Clin Pharm 1980; 14: 493-7.
Mulligan K, Zackin R, Clark RA, Alston-Smith B, Liu T, Sattler FR, Delvers TB, Currier JS. Effetto della terapia decanoato di nandrolone sul peso e sulla massa corporea magra nelle donne infette da HIV con perdita di peso: uno studio multicentrico randomizzato, bussare, controllato con placebo, controllato con placebo. Arch Intern Med 2005; 165: 578-85.
Navarro JF, Mora C, Macia M, Garcia J. Confronto prospettico randomizzato tra eritropoietina e Androges nei pazienti con CAPD. Kidney Int 2002; 61; 1537-1544.
Phadtare JM, Ghorpade SV, Sovani VB, Gaikwad SN, Meshram P, Ray SK. Ruolo del nandrolone Decanato nella gestione della tubercolosi polmonare: uno studio clinico comparativo randomizzato e etichetta aperta. Indian Pract 2006; 59: 1-10.
Schols AM, Soeters PB, Mostert R, Pluymer RJ, Wouter EF. Effetti fisiologici del supporto nutrizionale e degli steroidi anabolizzanti nei pazienti con malattia polmonare ostruttiva cronica. Studio randomizzato con placebocontrollo. Am J Breaths Crit Care Med 1995; 152: 1268-74.
Spires AS, Divita SF, Allar MJ, Richards S, Sidransk N. Effetti benefici dello steroide anabolico durante la chemioterapia citotossica per il carcinoma metastatico. J Med 1981; 12 (6): 433-45.
Store TW, Woodhouse LJ, Sattler F, Singh AB, Schroeder ET, Beck K, Padero M, Mac P, Yarasheski KE, Geurts P, Willemsen A, Harms MK, Bhasin S. Lo studio randomizzato e controllato con placebo di nandrolone decanoato nel virus dell’immunodeficienza umana infetta con gli uomini con perdita di wehight da lieve a moderata con ormone di crescita umano recinante il trattamento attivo di riferimento. J Clin Endocrinol Metab. 2005 agosto; 90 (8): 4474-82 documento sullo studio E-11703.
Strawford A, Barbieri T, Neese R et al. Effetti della terapia ND in uomini ipogonadali borderline con perdita di peso associata all’HIV. J Aids 1999; 20: 137-46.
Studio E-1560, R&D RR NL0053270 (Abstract: Duncombe E1560, 2005 Abstract Glasgow, Manoscritto in preparazione.
Teruel JL, Marcen R et al. Androgeni (ND) contro eritropoietina per il trattamento dell’anemia nei pazienti con emodialisi. J Am Soc Nephrol 1996; 7: 140-4.
Due
Flicker L, Hopper JL, Larkins RG, Lichtenstein M, Buuski G, Wark JD. Nandrolone decanoato e intranasale calcitonina asrapy nell’osteoporrosi stabilizzata. Osteoporosi Int 1997; 7: 29-35.
Frisoli A, Szeinfeld VL, PHM Keys. L’effetto del nandrolone decanoato sulla densità minerale ossea, sulla massa muscolare, sui livelli di emoglobina nella donna anziana con osteoporosi: lo studio clinico a doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo. J Gerontol 2005; 60: 648-653.
Gennari C, Agnusdei D, Gonnelli S, Nardi P. Effetti della terapia con decanoato di nandrolone sulla massa ossea e sul metabolismo del calcio nelle donne con osteoporosi post menopausa stabilita; Double cieco, studio controllato con placebo. Maturitas 1989; 11: 187-197.
Geusens P, Dequeker J. Effetto a lungo termine del nandrolone decanato, 1 alfa-idrossivitamina D3 o terapia di infusione di calcio intermittente sul contenuto di minerali ossei, rimodellamento osseo e frequenza di frattura nell’osteoporosi sintomatica: studio controllato in doppio cieco controllato dal cielo. Bone Min 1986; 1: 347-357.
Geusens P, Dequeker J, Verstraeten A, Nijs J, Van Holsbeeck M. Contenuto osseo minerale, spessore corticale e tasso di frattura nella donna osteoporotica dopo il ritiro del trattamento di nandrolone decanato, 1 alfa-idrossivitamina D3 o infusione di calcio di intermitment. Maturitas 1986; 8: 281-289.
Hassager C, Riis B.J., Pødenphant J, Christiansen C. Nandrolone Decanato Trattamento dell’osteoporosi post menopausa per 2 anni ed effetti del ritiro. Maturitas 1989, 11: 305-317.
Hassager C, Jensen LT, Johansen JS, BJ, Melkko J, Pødenphant J, Ristelli L, Christian C e Ristelli J. Il propeptide carbossicyterminal di Procollagen di tipo I nel siero come marcatore della formazione ossea: l’effetto del nandrolone decanoato e ormoni sessuali femminili. Metabolismo 1991; 2: 205-208.
Hassager C, Jensen LT, Pødenphant J, Thomsen K, Christiansen C. Il telopeptide carboxy-terminale di pirigenolina reticolato di collagene di tipo I nel siero come marcatore del riassorbimento osseo: l’effetto della decanoato di nandrolone e della terapia ormonale. Calcif Tissue Int 1994; 54: 30-3.
Hedstroem M, Sjoeberg K, Brosjoe e Aastroem K, Sjoeberg H, Dalen N. Effetti positivi di steroidi anabolizzanti, vitamina D e calcio sulla massa muscolare, la densità minerale ossea e la funzione clinica dopo la frattura dell’anca. J Bone Joint Surg Br 2002; 84: 497-503.
Johansen JS, Hassager C, Pãonphant J, BJ, Hartwell D, Thomsen K, Christian C. Trattamento dell’osteoporosi postmenopausa: è lo steroide anabolico nandrolone decanoato il candidato?. Bone Min 1989: 6: 77-86.
Johnell O. Lo studio comparativo randomizzato in doppio cieco sugli effetti teraputici della delacdubolina combinata con l’assunzione di calcio di 500 mg al giorno rispetto al trattamento con frattura di calcio (500 mg al giorno) dell’estremità superiore dell’omero. Rapporto inedito. 1994.
Pubblicato come astratto: Johnell O, Gaerdsell A, Nordqvist A, Ringsberg K, Sernbo I. Nandrolone decanoato nelle donne con frattura dell’anca o l’estremità prossimale dell’omero. In: Christiannsen, C (ed.). 4 ° simposio internazionale sull’osteoporosi; Abstracts; Hong Kong; 27 marzo – 2 aprile 1993. Hong Kong, Gardiner-Caldwell, 1993. P.112, astr.Al.411.
Lyritis GP, Androulakis C, Magicis B, Charalambaki Z, Tsakalakos N. Effetto del nandrolone decanoato e 1-α-idrossi-calciferol su pazienti con collasso osteoporotico vertebrale. Lo studio doubleblind clinico. Bone 1994; 27: 209-127.
Hai bisogno di Ag, Nordin Bec, Chatterton Be. Studio a doppio cieco controllato con placebo sul trattamento dell’osteoprosi con il nandrolone anabolico decanoato. Osteoporosi int. 1993 Suppl 1; S218-222.
Passeri M, Pedrazzoni M, Pioli G, Butturini L, Ruys AHC, Cortenraad MGG. Effetti di ND sulla massa ossea nell’osteoporosi stabilizzata. Maturitas 1993; 17: 211-219.
3
Aggarwal HK, Sehgal R, Singh S, Nand N, Bharti K, Chakrabarte D. Valutazione dell’efficacia dell’eritropoietina umana ricombinante a bassa dose in combinazione con la terapia androgena in anamia di insufficienza renale cronica. J Indian Acad Clin Med 2005; 5: 208-215.
Ball SH, Domoto DT, Ploack DC, Mardciulonis P, Martin KJ. Gli androgeni potenziano gli effetti dell’eritropoietina nel trattamento dell’anemia nella malattia renale in fase finale. Am J Kidney Dis 1991; 17: 29-33.
Branda RF, Amsden TW et al. Studio randomizzato sulla terapia di nandrapy per anemie a causa dell’insufficienza del midollo osseo. Arch Intern Med 1977; 137: 65-9.
Buchwald D, Argyres S, Easterling RE, Oelshlegel FJ JR, Brewer GJ, Schoomaker EB, Abbrecht PH, Williams GW, Weller JM.. Effetto del nandrolone decanoato sull’anemia dei gatti di emodialisi cronica. Nephron 1977; 18: 232-8.
Camitta BM, Thomas Ed et al. Lo studio prospettico di Androges e trapianto di midollo osseo per il trattamento di anemia aplastica grave. Blood 1979; 53: 504-14.
Cattran DC, Fenton SS, Wilson DR, Oreopoulos D, Shimizu A, Richardson RM. Lo studio controllato di nandrolone decanoato nel trattamento dell’anemia uremica. Kidney Int 1977; 12: 430-6.
Daiber A, Con I, Moenne S, Air, Osorio G. Risultati a breve e lungo termine del trattamento di anemie aplastiche con nandrolone decanoato. Medicine 1974; 34: 112-118.
Edelstyn GA, MacRae KD, MacDonald FM. Miglioramento della qualità della vita nei pat di cancro sottoposti a chemioterapia. Clin Oncol 1979; 5: 43-9.
Faiz A, da KK, Khondakher AK, Ahmed T, Rahman J, Rashid MA, Alam MA, Tahir MD. Corso clinico in 24 pazienti non selezionati di anemia aplastica trattati con nandrolone decanoato e prednisolone. J Bangladesh Coll Phys Surg 1991; 9: 16-19.
Gaughan WJ, Liss KA, Dunn SR, Mangold AM, Buhsmer JP, Michael B, Burke JF. Lo studio di 6 mesi sulla sola eritropoietina umana ricombinante a basso dosaggio da solo e in combinazione con Androdes per il trattamento dell’anemia nei pazienti con emodialisi cronica Am J renale Dis. 1997 ottobre; 30 (4): 495-500.
Gorshein D, Asbell S. Effetto degli Androges sui ferrokinetici in poienni con chemioterapia con prescrizione del carcinoma mammario metastatico. Proc Am Clin Oncol 1979; 20: 325.
Hendler RW, Drachev LA, Bose S, Joshi MK. Studio controllato sulla terapia degli androgeni nell’anemia dei pazienti di emodialisi di mantenimento. N Engl J Med 1974; 291: 1046-51.
Lee MS, Ahn SH, Song JH. Effetti degli androgeni adiuvante sull’anemia e i parametri nutrizionali nei pazienti con emodialisi cronica che usano eritropoietina umana ricombinante a basso tempo. Coreano J Intern Med. 2002; 17 (3): 167-73.
Malhotra KK, Suesh KR e Bansal RC. Steroidi anabolizzanti in sette insufficienza cronica. J. Assoc. Medici India 1984; 32, 878-880.
RESEGOTTI L, Dolci C, Bertero L, Genovese A, Podesta F, Testa D. Trattamento di anemia aplastica con metnolone, stanozololo e nandrolone. Un rapporto di 130 casi. Panminerva Med 1981; 23: 243-8.
Sanchez de la Nieta MD, Caparros G, Rivera F. L’aplasia rossa pura indotta dall’epiietina trattata con successo con Androges. J Nephrol 2006; 19: 220-1.
Seewald TR, Zeigler ZR, Gardner FH. Trattamento di successione di anemia aplastica refrattaria grave con etiocholone a 3 beette e nandrolone decanoato. Am J Hematol 1989; 31: 216-218.
Silverberg D, Wexler D, Blum M, Schwarts D, Iain. L’uso di Androges in Anamia resistente all’eritropoietina e io.v. Ferro nei pazienti con insufficienza cardiaca e renale. Nephrol Dial Transplant 2004; 19: 1021-1022 (lettera).
Solomon LR, Hendler ed. Studio prospettico controllato sulla terapia degli androgeni nell’anemia della malattia renale cronica: effetti sulla cinetica del ferro. Acta Hematology 1988; 79; 12-19.
Spires AS, Divita SF, Allar MJ, Richards S, Sidransk N. Effetti benefici dello steroide anabolico durante la chemioterapia citotossica per il carcinoma metastatico. J Med 1981; 12 (6): 433-45.
Tsiara Sn, Chados A, Gouva M, Christou L, Panteli K, Kapsali e Bouranas KL. Trattamento riuscito di anemia refrattaria con un regime di combinazione contenente eritropoietina umana ricombinante, metilprednisolone a basso dosaggio e nandrolone. J Exp Clin Cancer Res 2004; 23: 47-52.
Turner r. Doma-dudobolina e farmaci citotossici. Acta Endocrinol 1985; 110 Suppl 271: 70-9. 137 Edelstyn GA, MacRae KD.
Concomitante terapia androgena nella gestione del carcinoma mammario avanzato mediante chemioterapia combinata ciclica. Clin Oncol 1976; 2: 403-6.
Williams JS, Stein JH, Ferris TF. Terapia di decanoato nandrolone per i pazienti che ricevono emodialisi. Arch Intern Med 1974; 134: 289-92.
Young N, Griffith P, Brittain E, Elfenbein G, Gardner F, et al. Lo studio multicentrico di antitimociti globuline nell’anemia aplastica e malattie correlate. Blood 1988; 72: 1861-1869.

Caratteristiche farmacologiche

Proprietà farmacodinamiche

Gruppo farmacoterapico (codice ATC): A14A B01.

Nandrolona Decanoate contiene l’estere decanoato di Nandrolone che fornisce preparazione per una durata dell’azione di circa 3 settimane dopo l’amministrazione. In circolazione, l’estere decanoato viene idrolizzato nel nandrolone. Il nandrolone è chimicamente correlato all’ormone maschile testosterone. Rispetto al testosterone, ha un aumento dell’attività anabolica e una riduzione dell’attività androgenica. Ciò è stato dimostrato nei test biologici animali e può essere spiegato dal suo metabolismo nel 5alfa-diidronandrolone, che ha una capacità collegata al recettore degli androgeni ridotto, a differenza del diidrotestosterone 5alfa, che ha una maggiore connessione. La bassa androgenicità del nandrolone è confermata nell’uso clinico. Il rischio di virilizzazione aumenta con l’aumento delle dosi, la frequenza di somministrazione e la durata del trattamento. Il nandrolone decanoato ha dimostrato di avere effetti favorevoli sul metabolismo del calcio e aumento della massa ossea sull’osteoporosi. Inoltre, Nandrolona Deanoate ha un’azione di scarsità di azoto. Questo effetto sul metabolismo delle proteine ​​è stato stabilito da studi metabolici e usato terapeuticamente in condizioni in cui viene utilizzata la carenza di proteine, come le malattie debilitanti croniche e dopo importanti interventi chirurgici, ustioni e traumi gravi. In queste condizioni, Nandrolona decanoato funge da trattamento di supporto adiuvante per trattamenti specifici e misure dietetiche, inclusa la nutrizione parenterale.

Negli animali, il nandrolone decanoato ha un effetto stimolante sull’eritropoiesi, probabilmente a causa della stimolazione diretta delle cellule staminali ematopoietiche nel midollo osseo e un aumento del rilascio di eritropoietina. Fornisce inoltre protezione contro la depressione del midollo osseo causato da agenti citotossici. Nell’uomo, il nandrolone decanoato stimola l’eritropoiesi, come mostrato dagli aumenti della quantità di eritrociti e in emoglobina ed ematocrito. Questo effetto è usato terapeuticamente nel trattamento dell’anemia causata da una diminuzione della produzione di eritropoietina, depressione del midollo osseo indotta dalla chemioterapia o dall’ipoplasia delle cellule staminali nelle cellule del midollo osseo. In quest’ultima condizione (ad esempio, anemia aplastica) la risposta eritropoietica è spesso accompagnata da un effetto positivo sulla leucopoiesi e il trombopoiese.

Gli effetti androgeni (ad es. Mascolinizzazione) sono relativamente rari nelle dosi raccomandate. Nandrolone non ha il gruppo C17Alfa-alchil, che è associato al verificarsi di disfunzione epatica e colestasi.

Proprietà farmacocinetiche

Assorbimento

Dopo l’iniezione intramuscolare profonda di nandrolone decanoato, si forma un magazzino e il decanoato di Nandrolone viene lentamente rilasciato dal sito di iniezione per il sangue, con emivita 5-15 giorni.

Distribuzione

Nel sangue, l’estere viene rapidamente idrolizzato in nandrolone con mezz’ora o meno. Il processo combinato di idrolisi, distribuzione e eliminazione del nandrolone ha una mezza vita di circa 4 ore.

Metabolismo ed escrezione

Il nandrolone è metabolizzato nel fegato. I principali prodotti escreti nelle urine sono il 19-norandrosterone e il 19-nortiocolanolone.

Non è noto se questi metaboliti abbiano un’azione farmacologica.

Dati preclinici di sicurezza

Studi tossicologici sugli animali dopo una somministrazione ripetuta, non hanno indicato il rischio di sicurezza nell’uomo. Non sono stati condotti studi per valutare la tossicità nella riproduzione, genotossicità e cancerogenicità. Come classe, gli steroidi anabolizzanti sono probabilmente considerati cancro per l’uomo (gruppo IARC 2A). È stato dimostrato che l’uso di androgeni in diverse specie provoca la mascolinizzazione di genitali fetali femminili esterni. Alcune pubblicazioni hanno riportato la genotossicità del nandrolone negli studi in vitro di micronucleo e test di micronucleo nei topi ma non nei ratti e nelle prove della cometa di topi e ratti. La rilevanza di questi risultati per l’uso nei pazienti è sconosciuta.

Il contenuto di questo foglio di pacchetto è stato estratto manualmente dal volantino originale, sotto la supervisione tecnica del farmacista responsabile: Rafaela Sarturi Sitiniki (CRF-PR 37364). Vedi il volantino originale. Ultimo aggiornamento: 28 settembre 2020

Deixe um comentário

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *